lunedì 23 novembre 2020
15.10.2012 - Donatella Lauria

Vallecrosia: nasce il progetto doposcuola

Non un doposcuola, ma più doposcuola la cui progettazione sia partecipata dalle famiglie stesse e dalle Agenzie Educative del Territorio, ecco cosa stanno studiando a Vallecrosia.

Il progetto è iniziato alla fine dello scorso anno scolastico, dopo uno studio condotto da un gruppo di genitori della ex 2°C della Scuola A. Doria. A Gennaio i rappresentanti vengono convocati per il Consiglio di Classe, tanti i problemi, ma uno in particolare viene più volte sottolineato dagli insegnati, “i ragazzi non svolgono regolarmente i compiti a casa e questo rallenta notevolmente il programma”. Detto fatto, i genitori si riuniscono, esaminano il problema e studiano possibili soluzioni, inizia quindi la collaborazione con l’Agenzia e la Consulta della Famiglia che, coinvolgendo le altre Agenzie educative del territorio, formulano una serie di ipotesi, ipotesi già presentate ai Responsabili dei tre Istituti Scolastici di Vallecrosia l’8 ottobre scorso .

A questo punto non resta che sentire cosa ne pensano i genitori, cosa bisognerebbe eventualmente cambiare o aggiungere, non deve essere l’ennesima iniziativa calata dall’alto – sottolinea il Consigliere delegato alla Famiglia, Pino Ierace - ma, come stiamo cercando di fare nella progettazione delle Politiche Familiari, deve essere supportata dalle riflessioni e dall’iniziativa delle famiglie stesse, prime dirette interessate. Sono loro che sanno come deve essere fatto il servizio, per rispondere ai problemi emersi.

Le proposte dell’Agenzia della Famiglia del Comune di Vallecrosia (organo istituito dal Consiglio Comunale diretto dallo stesso Consigliere Comunale incaricato Pino Ierace insieme al Funzionario comunale responsabile di Area Dott. Roberto Capaccio e, in rappresentanza del terzo Settore, dalla Dott.ssa Silvia Minasi Zanoni) ha già presentato un progetto con tre differenti possibilità, tutte sul territorio comunale:

un doposcuola presso l’Istituto M. Ausiliatrice, con docenti che possono seguire chi intende approfondire le materie di studio  e a chi vuole perfezionale le lingue straniere, ma con la possibilità di seguire pure lezioni di musica. Tale attività ha già preso inizio a prezzi modici.

Un doposcuola presso l’Istituto Salesiano (doposcuola classico con la presenza di educatori che aiutano nello studio ma anche spazio al gioco nell’Oratorio).

Un doposcuola presso i Padri Somaschi, dedicato invece a chi ha più problemi di apprendimento oppure figli di nuclei familiari in stato di disagio sociale, con un rapporto più diretto tra insegnanti, specializzati in tali problematiche, e studenti affiancati, se serve, con un rapporto 1 a 1 con gli insegnanti.

In tutti i casi sarà istituito un servizio di refezione, anche grazie a sponsors privati, ci saranno poi richiesti contributi pubblici, nei casi di alto disagio socio economico, per sostenere le rette (comunque molto modiche) richieste ai genitori.

Grande soddisfazione per l’iniziativa presentata domani ai genitori è stata già espressa dalle Dirigenti Scolastiche delle scuola pubblica e privata di Vallecrosia, dal Sindaco Armando Biasi e dall’Assessore comunale delegato ai Servizi Sociali e alla Pubblica Istruzione Gian Franco Peretti.

Domani,  martedì 16 ottobre, presso l’auditorium della Scuola A. Doria di Vallecrosia alle h. 18,20 tutti i genitori di tutte le scuole secondarie di 1° grado sono invitati a valutare le proposte formulate ed esprimere le loro valutazioni e suggerimenti, per quelli che saranno i Doposcuola della Comunità Vallecrosina.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo